Select Language / Country  Country Flag


Deutsch

Español


Italiano

Nederlands

Português

Svenska

中文

繁體中文


한국어

Nuove soluzioni per la Fatica Termo-Meccanica usando nCode DesignLife

La prossima versione di nCode DesignLife utilizzerà una nuova tecnologia per le simulazioni di durevolezza ad alta temperatura.

nCode, il marchio leader dei prodotti di durevolezza, prova ed analisi della HBM, ha oggi annunciato che nella prossima versione del software nCode DesignLife saranno disponibili nuove soluzioni per i calcoli della fatica termomeccanica. Ciò consentirà una vasta gamma di simulazioni di durevolezza ad alta temperatura e sarà disponibile al rilascio della versione 8 di nCode. 

nCode DesignLife utilizza i risultati di sollecitazione e temperatura provenienti da software standard industriale degli elementi finiti e fornisce simulazioni di durevolezza CAE per stimare la vita dei componenti in tali estreme condizioni operative. Basato sui precedenti progetti disponibili di indagine sui metodi di fatica termomeccanica (TMF) dei partner dell'industria, questa implementazione commerciale del software in nCode DesignLife 8 fornirà degli utensili economicamente convenienti utilizzabili per risolvere i problemi di progettazione del mondo reale.

”Una considerazione importante per la scelta della tecnologia della fatica termomeccanica era la disponibilità e praticabilità delle prove richieste sui materiali,” ha commentato il Dr. Andrew Halfpenny, Chief Technologist del software nCode. “Questi nuovi metodi possono usare standard e prove di fatica a temperatura costante e scorrimento relativamente poco costose. Ci siamo concentrati sull'ottimizzazione dei metodi numerici per garantire rapidi tempi di analisi e previsioni accurate della vita.”

I componenti soggetti ad ambienti operativi ad alta temperatura, quali i collettori del motore, i pistoni ed i sistemi di scarico, possono soffrire di complesse modalità di guasto. A temperature superiori del 30 % al punto di fusione, gli acciai e le leghe usati in questi casi possono “scorrere”, causando uno stiramento progressivo (deformazione crescente) dei componenti sotto carico costante. Altri effetti di complicazione comprendono l'ossidazione del metallo, la quale influenza anche la resistenza operativa del materiale.

I metodi implementati comprendono il modello di scorrimento Larson-Miller, i metodi di scorrimento e fatica Chaboche, ed anche l'interazione combinata scorrimento - fatica. I dati del materiale richiesti possono essere tratti dal servizio Materials Testing (prova materiali) disponibile in HBM-nCode nel proprio laboratorio certificato ISO9001 in Derbyshire, Regno Unito. “Questa esclusiva combinazione di software e servizi per la simulazione e prova materiali CAE per la fatica termomeccanica, illustra la chiara posizione di  leadership di nCode nel mercato della durevolezza,” afferma Steve Tudberry, Vicepresidente dei prodotti nCode.

Al Webinario registrato con maggiori informazioni su questa nuova tecnologia ...